Torna il Teatro dei Luoghi Fest 2022 – XVI edizione

20

Lecce – Torna IL TEATRO DEI LUOGHI FEST, un progetto di Koreja realizzato con il sostegno di Ministero della cultura, Regione Puglia (Assessorato Cultura, Tutela e Sviluppo delle Imprese Culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica), Consiglio Regionale della Puglia, Comune di Lecce, Teatro Pubblico Pugliese. Partner Culturali: Classiche Forme, Polo Biblio Museale di Lecce, Università del Salento, La Scatola di Latta, ADISU Puglia.

 

Tantissimi gli appuntamenti in cartellone per la XVI edizione della rassegna, per oltre un mese di programmazione, dal 25 giugno al 31 luglio.

 

Il tempo, il corpo, lo spazio, sono delimitati, circoscritti, quindi, confinati. L’uomo impara una certa quantità di nozioni e su quelle decifra la propria esistenza. Il Teatro dei Luoghi Fest 2022 ha l’ambizione e il desiderio profondo di disimparare il confine. Vuole, ancora una volta, destrutturare le conoscenze acquisite, valicare i limiti e sporgersi oltre: coltivare una purezza vigile, sempre possibile nonostante le guerre e le pandemie.

 

 

“Anche quest’anno torna Il Teatro dei Luoghi Fest con la sua XVI edizione, più di un mese di programmazione ed oltre 23 appuntamenti in cartellone fra spettacoli, incontri e concerti – racconta Salvatore Tramacere, Direttore del Teatro Koreja – una realtà che continua a crescere qualitativamente e che quest’anno vede numerose collaborazioni con importanti realtà del territorio, segno di un forte desiderio di sperimentare, attraverso l’arte, nuove forme di condivisione e valorizzazione. Il nostro obiettivo è quello di continuare con entusiasmo il lavoro intrapreso in questi anni, anche a livello internazionale, attraverso gli strumenti della ricerca artistica, della produzione e dell’ospitalità, offrendo agli spettatori nuovi strumenti per superare i propri confini, modificarli e ricostruirli. Confini geografici, ma soprattutto confini emotivi ed esistenziali che solo l’arte, attraverso i suoi linguaggi, può raccontare. Il Teatro dei Luoghi diventa, ancora una volta, il pretesto per dialogare con i tanti confini intorno a noi e raccontare il quotidiano, il politico e il sociale”.

 

 

Tantissimi e di qualità gli appuntamenti di teatro e danza in cartellone: si parte sabato 25 giugno con L’ASSEMBLEA, il gioco teatrale ideato e diretto da Rita Maffei (CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia) con le donne del laboratorio di Teatro Partecipato di Lecce, che per 5 mesi hanno abitato il Teatro Koreja riflettendo sul 1968 e sull’eredità del suo movimento dal punto di vista delle donne, con il suo strumento di confronto più emblematico: l’assemblea. L’appuntamento è sostenuto dal Consiglio Regionale della Puglia. Sabato 2 luglio è la volta di Teatro tascabile di Bergamo con CALEIDOSCOPIO D’ORIENTE, una fantasia di teatro danza classico indiano. Venerdì 8 Luglio atteso ritorno per Carlo Bruni con il secondo studio del suo INSIGHT LUCREZIA, una lente di ingrandimento sul dolore, la vivacità e lo strazio di Lucrezia Borgia nella voce e nel corpo di Nunzia Antonino.

Venerdì 15 e Sabato 16 luglio sarà la volta del Teatro del Lemming, che propone un rito teatrale per soli cinque spettatori a replica in uno spettacolo liberamente tratto da Ovidio, METAMORFOSI – DI FORME MUTATE. E, ancora, sabato 16 luglio l’underwearARTheatre racconta la SALOMÈ, di Oscar Wilde per dipingere in maniera magistrale il dramma umano dell’amore.

Il 23 luglio spazio al teatro-danza con ELEGIA DELLE COSE PERDUTE della compagnia torinese Zerogrammi, una riscrittura in danza dal romanzo “I Poveri” dello scrittore e storico portoghese Raul Brandao.

 

Dopo il debutto a Torino e le repliche Milanesi, il 30 luglio torna a Lecce ALESSANDRO. Un canto per la vita e le opere di Alessandro Leogrande il NUOVO SPETTACOLO DI KOREJA che Fabrizio Saccomanno porta in scena con Giorgia Cocozza, Emanuela Pisicchio, Maria Rosaria Ponzetta e Andjelka Vulic, attrici di Koreja.

Il festival si chiude domenica 31 Luglio nel segno della leggerezza con CLOWN IN LIBERTÀ del Teatro Necessario, un momento di euforia, ricreazione e ritualità̀ catartica per bambini dai 0 ai 99 anni.

 

 

Come per sua natura, IL TEATRO DEI LUOGHI abiterà anche altri luoghi della città.

Due, infatti, gli spettacoli che animeranno il Convitto Palmieri e Porta Napoli confermando lo spirito comunitario del Festival e l’obiettivo di valorizzazione degli spazi: il 26 giugno appuntamento con X_Yusuf_Boss in collaborazione con Factor Hill che coinvolgeranno in una danza urbana partecipata i frequentatori del convitto: HIDDEN è un racconto di corpi in movimento che rivelano quello che è nascosto, i legami familiari, le radici culturali, ciò che non si conosce ma è vivo sotto pelle. Venerdì 1 luglio, ancora, una delle più importanti compagnie di teatro in strada, Il Tascabile di Bergamo, attraversa il centro di Lecce con RICAMI DI CONCERTATE PEZZETTE. Spettacolo itinerante per piazzette, crocicchi e cortili.

 

I martedì dell’elefante sono la novità del Teatro dei Luoghi Fest 2022. All’interno dell’Ortale del Teatro Koreja, infatti, la programmazione della rassegna incontrerà le attività del CTK Alzheimer café, il primo progettato a Lecce da Koreja. Luogo di condivisione valoriale e di incontro inaugurato il 18 giugno, il Cafè è uno spazio in cui le persone affette da Alzheimer, le loro famiglie e i caregiver potranno incontrarsi per vivere momenti di svago, di confronto e di socializzazione. Da una parte l’Alzheimer è una malattia invisibile che occupa però tutta la casa di chi ci vive insieme, proprio come l’elefante della famosa metafora, dall’altra l’elefante è quell’animale noto per la sua lunghissima memoria.

Incontri, dunque, ma anche concerti e spettacoli senza età accompagneranno le attività del Cafè, perché “l’elefante” possa essere compagno e sistema di amore e pensiero.

 

Si inizia il Martedì 5 luglio alle 19.30 con IL SENSO DEI LUOGHI PER VITO TETI. Dialogo incontro sulla “restanza” in collaborazione con il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo e il Polo Biblio Museale della Regione Puglia, in cui l’antropologo Vito Teti discorre sui due poli della storia dell’umanità: partire e restare.

Il 12 Luglio è un martedì completamente dedicato ai bambini e alle famiglie: alle 18.00 lo spettacolo del Teatro Koreja LàQua: il canto del primo viaggio che compie una creatura alla nascita. Un piccolo inno alla vita e all’acqua che la accompagna. A seguire: PAPPA! merenda con il pedagogo Pier Giuseppe Ellerani – professore del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento e infine Brigitte Cirla e La Belle Équipe presentano SONG/jeux [sɔ̃ʒ] un concerto a cappella per famiglie.

ISOLE GALLEGGIANTI: ARCHIVI VIVENTI, MEMORIE DEI TEATRI E NOSTALGIA DEL FUTURO è uno degli incontri più importanti del Festival. Martedì 19 Luglio alle 19.00 si incontreranno Eugenio Barba, Loredana Capone, Onofrio Cutaia, Aldo Patruno, Raffaele Pittella, Luca Ruzza e Salvatore Tramare che, coordinati da Luigi De Luca, parleranno dell’importanza degli archivi per una memoria viva.

Ancora Eugenio Barba è il coprotagonista con Livia Pomodoro di SUL FUTURO: OMBRE E LUCI, martedì 26 Luglio, due tra le più importanti figure della cultura contemporanea si incontrano per la prima volta in un dialogo pubblico.

 

 

Tantissimi, poi, gli appuntamenti musicali della rassegna che spaziano dal classico al contemporaneo. Il 5 luglio una delle voci più importanti della scena musicale pugliese, Alessia Tondo, presenta il suo primo album da solista SITA, un disco che ha interamente scritto e interpretato restituendo un originale intreccio vocale di ballate nel dialetto della sua terra.

È poi la volta del furore dissacratore della Banda Osiris, che con LE DOLENTI NOTE, si divertono ad elargire provocatori consigli per evitare di diventare musicisti.

ROSA DI MARE. Fiore, sirena, terra, mito, strega, santa è il progetto corale di Rachele Andrioli che con il suo gruppo Coro a Coro e le attrici del Teatro Koreja, cantano un viaggio che attraverso le voci, unisce i mondi, guardando il mare. A seguire il DJ Set world music di Sin Tierra.

Domenica 24 Luglio, il Teatro dei Luoghi Fest ospita TERRONDA, il singolo frutto del sodalizio artistico tra le musiciste e compositrici salentine Carolina Bubbico e Cristiana Verardo, un canto di gratitudine, con la partecipazione straordinaria di Tosca Donati e di un ensemble composto da musicisti salentini di fama nazionale ed internazionale. A seguire, BEBÊ, in cui Bubbico e Verardo propongono un live essenziale ed intimo, ma allo stesso tempo profondo ed evocativo.

 

Continua poi la proficua collaborazione con Classiche Forme il Festival Internazionale di Musica da Camera diretto dalla celebre pianista Beatrice Rana, giunto alla sua VI Edizione. Il 19 luglio, infatti, Teatro dei Luoghi ospita la pianista Ying Li e la violinista Chiara Sannicandro ne I MITI, una lettura di grandi classici del repertorio cameristico, la Sonata n° 2 di Beethoven per violino e pianoforte, la Sonata di C. Franck e le Romanze di Schumann; il 21 Luglio Ludovica Rana al violoncello e Maddalena Giacopuzzi al piano dipingono in musica il loro AFFRESCO ITALIANO, un viaggio nell’opera musicale di tre grandi compositori italiani del tardo romanticismo: Ferruccio Busoni, Giuseppe Martucci e Francesco Cilea.

 

Infine, L’Ortale del Teatro Koreja diventa sempre di più luogo di buone pratiche: da quest’anno, infatti, si inaugura NETTARE. La filiera corta nell’Ortale di Koreja

Nettare è l’ape bar nell’Ortale di Koreja. Il luogo in cui mangiare vuol dire soprattutto gustare, lentamente, il territorio. Nettare vuol dire scegliere il pane e la carne, sceglie le uova, la verdura, la frutta, il vino e la birra. È una scelta di politica alimentare, di rispetto per la terra, di attenzione, di cura. È cibo buono perché pensato per il bene: per chi ha appena messo i denti e per chi li sta perdendo, per chi sceglie cosa mangiare con attenzione e per chi ha solo fame, perché il cibo sia, prima di tutto, nutrimento.