Una festa di colori e sorrisi per il Palio di Sant’Elia a Brindisi fino al 26 giugno

9

BRINDISI – La parata di apertura del Palio di Sant’Elia voleva essere una festa e lo è stata. Un corteo allegro, gioioso e pieno di sorrisi ed entusiasmo quello che sabato scorso ha attraversato le vie di uno dei quartieri più popolosi e periferici della città di Brindisi, il Sant’Elia. Bambini, ragazzi, genitori e nonni tutti insieme sono stati i veri protagonisti del progetto che ha messo in moto un processo partecipativo di rigenerazione degli spazi comuni e ha risvegliato il desiderio di una comunità di essere parte attiva di un cambiamento. Una barca, simbolo della cultura marinaresca di una parte di popolazione cittadina, con a bordo il gonfalone che raffigura il santo laico che non esiste, addobbata con i colori e le bandiere delle quattro contrade del Palio ha guidato la parata degli oltre duecento partecipanti ai giochi. In tanti hanno accolto l’invito canticchiato per le strade del quartiere “Vieni giù vieni al Palio pure tu” unendosi alla parata o anche soltanto salutando e chiedendo informazioni su ciò che stesse accadendo. Le sfide sportive e creative delle squadre delle quattro contrade sono in corso in questi giorni nelle piazzette tra un palazzo e l’altro, trasformate per l’occasione in campetti da gioco, e culmineranno con la festa di premiazione e chiusura del primo Palio urbano di Brindisi, domenica 26 giugno (ore 19, piazzale chiesa Cristo Salvatore).

L’apertura del Palio è diventata anche un fenomeno virale online: più di trentamila persone sono state raggiunte dai contenuti social postati e più di duemila le interazioni con utenti registrati su Facebook e Instagram.

Ecco le sfide dei prossimi giorni:

torneo basket 3×3 (21 giugno, piazza Carrà)

 torneo touch rugby (22 giugno, Spiazzo Contrada Fenice – Via B. Cellini),

 ciclismo per le vie del quartiere (25 giugno)

corsa per le vie del quartiere (26 giugno)

creatività e sfide improbabili (fino al 22 giugno),

cucina e convivialità con le cene del Terzo tempo (fino al 22 giugno).

Il Palio è la fase clou dell’ampio e articolato progetto di rigenerazione urbana e sociale “CeloCeloManca – L’album dei desideri di Sant’Elia”, vincitore della terza edizione di “Creative Living Lab”, avviso pubblico promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura realizzato dal collettivo ImmaginAbile in collaborazione con Comune di BrindisiArca Nord Salento, la cooperativa di comunità Legami di Comunità – Brindisi, Pazlab, Molo 12 FabLab di Palazzo Guerrieri Brindisi, Panini Figurine e in partnership con gli sponsor tecnici Coop Alleanza 3.0, Decathlon Brindisi e Costantini Ambiente.

Tra le finalità del progetto rientra a pieno titolo il percorso di rigenerazione urbana e sociale che nei prossimi mesi passerà il testimone alle istituzioni competenti per programmare reali interventi di riqualificazione degli spazi pubblici affinché possano trasformarsi in luoghi rigenerati e fruibili a tutti. Sant’Elia, lo ricordiamo, è un santo laico che non esiste intorno al quale è stata costruita una riflessione collettiva sul quartiere e con il quartiere, un percorso di co-creazione e co-progettazione che vede i residenti, i professionisti, le scuole, le parrocchie, le associazioni, tutti coinvolti nell’immaginare un nuovo modo di stare insieme e prendersi cura gli uni degli altri, un nuovo format di progettazione partecipata con al centro la comunità.