Il Presepe 2022 è “green”: ecco la statuina made in Salento

129

Un artigiano con in mano gli attrezzi per la cura delle piante, simbolo dell’attenzione che gli imprenditori devono rivolgere verso le tematiche ambientali.

È il nuovo personaggio per il Presepe 2022 promosso dalla Fondazione Symbola, Confartigianato e Coldiretti, con l’obiettivo di valorizzare l’artigianato e la tradizione della rappresentazione artistica della Natività.

Nel 2020 fu un’infermiera a ricordare il debito che ci lega in tempo di Covid a tutti coloro che operano nella sanità. Lo scorso anno è stato l’imprenditore che, cogliendo le opportunità della digitalizzazione, ha affrontato le difficoltà della pandemia per continuare a garantire servizi e prodotti ai cittadini nonostante le limitazioni e i lockdown.

La statuina per il Presepe 2022 vuole raffigurare l’impegno per uno sviluppo economico sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Inserire questa nuova figura, una florovivaista simbolo delle imprese impegnate nella cura e manutenzione del nostro patrimonio verde e della biodiversità, è un’idea inedita per parlare di un’agricoltura plurale e differenziata, che produce cibo e insieme, beni immateriali indispensabili per la qualità della vita.

A realizzarla è stato il maestro artigiano leccese Claudio Riso, fiore all’occhiello delle produzioni artistiche in cartapesta.

Nei prossimi giorni le statuine verranno consegnate dalle Associazioni di Confartigianato ai Vescovi delle 226 Diocesi italiane. Le statuine sono state consegnate alle Diocesi di Lecce, Nardò, Ugento e Otranto.