I volontari Unicef nella Casa Circondariale di Bari per ringraziare il personale

25

BARI – Venerdì 17 febbraio alle 10.30 nella Casa Circondariale di Bari il presidente del comitato provinciale barese dell’Unicef dott Michele Corriero, insieme a una delegazione di volontari, testimonierà la propria gratitudine per la donazione da parte di tutto il personale del “Francesco Rucci” e della sua direttrice, Valeria Pirè, che stanno mostrando la loro grande sensibilità e impegno per il diritto alla vita e alla sopravvivenza dei tanti bambini e bambine vittime del dramma del terremoto in Turchia e Siria.

La raccolta fondi svolta dal personale dell’istituto di pena – ha commentato Michele Corriero – è un importante gesto di attenzione nei confronti di chi versa in condizioni di difficoltà. Il dramma in Turchia e Siria deve riguardare ogni persona responsabile della tutela e della promozione dei diritti dei bambini e delle bambine, degli e delle adolescenti”.

Il terremoto del 6 febbraio ha generato una tragedia resa ancora più drammatica dal freddo intenso che ha colpito le zone coinvolte dal sisma. Adesso è una lotta contro il tempo per salvare quante più vite possibile e mettere in protezione tantissimi bambini e bambine rimasti feriti, molti dei quali orfani. La campagna Unicef a loro favore continua in maniera incessante per non dimenticare che ognuno ha diritto alla vita, alla sopravvivenza e alla crescita in ogni parte del mondo.

Noi volontari Unicef  siamo in prima linea per aiutare queste popolazioni. Non possiamo girare lo sguardo da un’altra parte ma dobbiamo essere solidali e capaci di attivarci per aiutare questi bambini”.

Il comitato provinciale Unicef di Bari ha aderito alla campagna “Emergenza terremoto” del Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, attivando, tra tante iniziative solidali, “La rete del dono”