Domenica 12 marzo nella chiesa di Sant’Anna presentazione del libro “Lecce Sacra” e ricollocazione in sede del dipinto appena restaurato dell’“Ecce homo”

33

LECCE – Con la presentazione della copia anastatica del volume “Lecce Sacra” di Giulio Cesare Infantino a cura di Mario Cazzato, in programma domenica 12 marzo alle 19.45 nella Chiesa di Sant’Anna a Lecce (ingresso libero), prende il via la seconda edizione del ciclo di incontri “Le conversazioni di Sant’Anna” curato dall’associazione Festinamente e dall’associazione Pignatelli. Con il curatore dialogherà Giuseppe Capoccia, presidente della Pignatelli. La ristampa anastatica dell’opera del 1634 di Giulio Cesare Infantino è di edizioni Artwork. Una pietra miliare per tanti studiosi che hanno voluto indagare le caratteristiche della Lecce Città Chiesa e, dunque, Città Sacra.

L’associazione Pignatelli, affidataria della gestione della chiesa (di proprietà del Comune di Lecce), ha anche provveduto a far restaurare alcune tele che ora ritornano in sede per la pubblica fruizione. In questa occasione verrà presentato dalla restauratrice Rossana Loiacono il dipinto dell’“Ecce homo”, collocato nell’ovale superiore del primo altare di sinistra e realizzato da un ignoto pittore salentino intorno al 1685.

Si richiama alla tradizionale iconografia dell'”Ecce homo”: Gesù, dopo la flagellazione, rivestito del mantello scarlatto, con la corona di spine, le mani legate ed una canna quale scettro, viene mostrato da Pilato alla folla che grida “Crucifige”…Il restauro ha consentito, con un paziente ed esperto lavoro, sotto la vigilanza della Soprintendenza alle Belle Arti, di restituire la vividezza dei colori e  la drammaticità della scena.

I successivi due incontri saranno domenica 19 marzo alle 19.45 con la conferenza “Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce da Haydn a Mercadante” a cura di Eraldo Martucci, e domenica 26 marzo alle 19.45 con la conferenza “Il Cenacolo di Leonardo. Uno spartiacque iconografico”, a cura di Maria Agostinacchio.