Acquaviva delle Fonti, venerdì 9 giugno, a Palazzo de Mari, pianoforte a quattro mani e quartetto di sassofoni

42

ACQUAVIVA DELLE FONTI (Bari) – È doppio il secondo appuntamento del ciclo «Giovani interpreti» inserito nella Stagione concertistica dell’Associazione Colafemmina di Acquaviva delle Fonti che, venerdì 9 giugno (ore 20.30), a Palazzo de Mari, propone i concerti di sei eccellenze del Conservatorio Piccinni di Bari. La serata si aprirà con un recital pianistico a quattro mani di due allievi di Gemma Dibattista, Annastella Caragiulo e Michele Argentieri, impegnati con un programma comprendente la Sonata KV 521 di Mozart, pagina con la quale l’autore ritrovò il gusto dell’intrattenimento e del divertimento delle composizioni giovanili, la suite dal balletto «Lo schiaccianoci» di Ciaikovskij e, infine, le quattro parti della «Rapsodia spagnola» di Ravel («Prélude a la nuit», «Malagueña», «Habanera» e «Feria») in cui già si percepiscono i colori della versione orchestrale costruita dallo stesso compositore francese partendo dalla versione originale per due pianoforti.

Annastella Caragiulo ha conseguito numerose vittorie in concorsi nazionali e internazionali, oltre ad aver frequentato le masterclass di alcuni grandi concertisti e didatti, tra cui Andrea Lucchesini, Michele Marvulli ed Emanuele Arciuli, che l’ha fatta esibire nel 2018 al Bari Piano Festival, mentre Michele Argentieri, anche lui vincitore di diversi concorsi, si è perfezionato con altri nomi importanti del pianismo mondiale, tra i quali Klaus Hellwig, Costantin Bogino, Aquiles Delle Vigne e Michael Wladowsky.

Seguirà la performance del 4 Sax Quartet formato da Daniele Chiapperino, Biagio Pugliese, Gaetano Flora e Luigi Lovicario, nella cui interpretazione si ascolteranno sia brani originali che trascrizioni per questo particolare organico.