Le scuole pugliesi per la Sicurezza sul lavoro: premiati i progetti teatrali e cinematografici dedicati alla prevenzione

53

Sei scuole pugliesi premiate per i loro lavori sulla sicurezza sul luogo di lavoro. È stata presentata oggi, 7 giugno, presso il teatro Kismet OperA di Bari la giornata conclusiva del progetto-concorso “Dal palcoscenico alla realtà: @ scuola di prevenzione”, promosso dall’Inail – Direzione Regionale per la Puglia e la Regione Puglia – Assessorato alla promozione della Salute, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e Teatri di Bari, dedicato al mondo della scuola.

Scopo dell’iniziativa è avvicinare gli studenti della Puglia al mondo del lavoro favorendo e rafforzando nelle giovani generazioni la cultura della prevenzione e della sicurezza sul lavoro attraverso modalità capaci di intercettare i molteplici interessi dell’eterogeneo mondo giovanile.

L’appuntamento del 7 giugno è la tappa finale di un percorso formativo/informativo che ha unito i contenuti specifici in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro a quelli propri del linguaggio teatrale e cinematografico e si è concluso con l’elaborazione da parte degli studenti di sceneggiature e cortometraggi sul tema.

Nel corso della mattinata, sono stati presentati gli spettacoli teatrali e i cortometraggi realizzati dai ragazzi vincitori del concorso. Alle scuole vincitrici sono stati assegnati premi in denaro da destinare al miglioramento delle condizioni di sicurezza degli edifici scolastici. Per la sezione teatro è stato premiato dalla giuria l’istituto Da Vinci – Agherbino di Noci (Bari) per ‘Voglio vedere il mare’, mentre il voto social – che ha ottenuto maggiori preferenze del pubblico di Facebook – ha premiato la ‘Simone Morea’ di Conversano (Bari) per ‘I morti non raccontano storie’. Per la sezione cortometraggi i primi tre classificati sono l’Alpi Montale di Rutigliano (Routine), il Salvemini di Fasano (Kitchen Lab) e il Majorana di Bari (Morte bianca), mentre il De Nora Lorusso di Altamura è stato premiato per il voto social (Sicurezza…Omissis).

Ad aprire la cerimonia, presentata da Antonio Stornaiolo, il direttore regionale dell’Inail Puglia, Giuseppe Gigante, il dirigente del Servizio Promozione della Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro della Regione Puglia, Nehludoff Albano, il direttore dello Spesal Bari Area metropolitana, Fulvio Longo, e il direttore dell’Ufficio scolastico provinciale di Bari, Giuseppina Lotito. A consegnare i premi, importanti personalità del mondo della cultura, delle istituzioni e dell’informazione: il consigliere regionale delegato alla Cultura, Grazia Di Bari – che ha portato i saluti del governatore Michele Emiliano – l’attrice Lucia Zotti, il direttore della Gazzetta del Mezzogiorno Oscar Iarussi, il regista Antonio Palumbo, il presidente dell’Apulia Film Commission, Anna Maria Tosto, e il presidente del Teatro Kismet, Augusto Masiello.

“Abbiamo scelto queste forme d’arte – afferma Giuseppe Gigante, Direttore regionale Inail Puglia – perché riescono a parlare direttamente al cuore degli spettatori.  Costruire una solida cultura della prevenzione è un’impresa che va realizzata passo dopo passo, anche attraverso canali innovativi. Questo viaggio ci ha permesso di constatare sul campo che il teatro e il cinema sono mezzi potenti per veicolare i temi della sicurezza sul lavoro: avviano riflessioni profonde e toccano direttamente le corde dell’emotività. La partecipazione di scuole e studenti è cresciuta di edizione in edizione, una platea sempre più ampia a cui parlare di salute e sicurezza”.

“È stata importante anche la partecipazione e il coinvolgimento dei giovani a questa cerimonia – afferma Augusto Masiello, presidente del Teatro Kismet – È fondamentale il dialogo tra le nuove generazioni, gli spazi della cultura e gli enti istituzionali per formare a tematiche di tale interesse, di cui troppo spesso si occupano le cronache locali e nazionali per casi ancora troppo gravi”.