Rodi Garganico: la motonautica ha vissuto una giornata all’insegna della massima sicurezza. Il pubblico ha aiutato e incoraggiato il team spiaggiato

40

Il Campionato del Mondo UIM Off shore in corso a Rodi Garganico, ha scritto oggi una bellissima pagina della storia della motonautica moderna. L’imbarcazione Sabbie di Parma del Team Bacchi, pilotata da Marco Crosera e Andrea Comello, è stata infatti costretta ad una fermata di emergenza sulla spiaggia del Porto turistico di Rodi Garganico, a causa di un problema di tenuta di galleggiamento.

I bagnanti presenti, grazie anche al supporto della sicurezza in mare, hanno aiutato l’equipaggio di Sabbie di Parma a far spiaggiare lo scafo e operato per sistemare quanto prima la parte meccanica: pubblico e team hanno davvero solidarizzato.

Marino Masiero (Direttore del Porto Turistico) ha commentato: «Oggi il Porto di Rodi Garganico ha vissuto una pagina di storia della motonautica, che ha testato la massima sicurezza di questo sport e la condivisione dei problemi verificatisi a bordo di uno scafo. Il pubblico presente ha dimostrato partecipazione e collaborazione, non solo assistendo alla gara, ma collaborando immediatamente nel portare lo scafo verso la spiaggia in massima sicurezza per i bagnanti e i piloti».

Per quanto riguarda i risultati di gara, grande battaglia nella categoria V2 tra i due team maltesi El Diablo (di Clive Butler e Sammy Grima) e Waisnot (Aaron Ciantar e Rhys Grima), con i primi che sono riusciti ad imporsi con un sorpasso alla penultima boa e a bissare il successo di ieri. Secondi classificati Sam Howes-Michael Xuarem-William Borello del team Remax e terzi i francesi di Marine Diffusion (Dominique Martini-Jean Luc Martini-Christian Galea).

Nella categoria 3D, invece, successo per il team CRB-Regione Puglia (Francois Pinelli e Saul Bubacco), seguito dal team De Mitri (Fernando De Mitri e Diego Cardazzo) e Blu Banca (Serafino Barlesi e Francesco Calò).

Domenica in acqua per le prove libere alle ore 11 e dalle 14:30 via alle gare per la giornata conclusiva.