“Bio Hub”, le persone più fragili scoprono natura e biodiversità di Orsara di Puglia

12

Vivere una esperienza di socializzazione a contatto con la natura e con tutte le bellezze che può offrire, arricchendosi di conoscenze pratiche e relazioni umane, con l’obiettivo di favorire momenti di benessere alle persone con problematiche psicosociali. Un esperimento di inclusione e promozione delle autonomie di chi vive in condizioni di fragilità in spazi naturali e urbani, a misura d’uomo, come il borgo e il territorio di Orsara di Puglia. Partito nei mesi scorsi, il progetto “Bio Hub” prosegue il suo cammino accompagnando gratuitamente diverse associazioni, scuole, centri diurni, centri famiglia, comunità educative e realtà dei Monti Dauni alla scoperta dell’ambiente naturale e della biodiversità. Il progetto pone particolare attenzione alle persone fragili: minori e adolescenti con problematiche connesse a difficoltà relazionali derivanti da disturbi dell’area del neuro-sviluppo e adulti in carico ai servizi territoriali della salute mentale e a rischio di marginalità.

 

L’iniziativa del Comune di Orsara di Puglia (soggetto capofila), finanziata dal GAL Meridaunia, si svolge in ats con le cooperative Ortovolante, SocialService.it, Anteo, Associazione di Volontariato Tutti in volo e consorzio di cooperative sociali Oltre. Sono già una settantina i partecipanti alle escursioni e ai laboratori sensoriali, mentre da lunedì 17 luglio saranno coinvolti nelle attività oltre cinquanta minori di Orsara di Puglia. «Sono passeggiate che si svolgono principalmente nel Bosco Acquara e comunque nel territorio di Orsara di Puglia. Le escursioni sono finalizzate a far scoprire la biodiversità, soprattutto la flora e la fauna di questi boschi. Far conoscere fiori, piante, alberi ed animali presenti in questi luoghi – dice Francesco De Pasquale, operatore e vice-presidente della cooperativa Ortovolante – . “Bio Hub” è un progetto destinato a minori, ragazzi ed adulti che vivono nel territorio dei Monti Dauni che prevede diverse attività: escursioni, ortoterapia, orienteering, bird observation, escursioni, campeggi, laboratori creativi, soggiorni, visite guidate in aziende agricolo-forestali, visite nel borgo antico di Orsara di Puglia, gioco e convivialità. Tutte attività che vogliono sensibilizzare i partecipanti ad una consapevolezza sulla biodiversità e sul mondo agricolo e naturale che ci circonda».

 

Tutte le attività didattiche ed educative previste nel progetto sono gratuite. Possono partecipare enti, associazioni, centri diurni, comunità educative e strutture che rientrano nel territorio dei Monti Dauni. Ad accompagnare i vari gruppi nel corso delle escursioni e delle iniziative sono gli operatori di SocialService.it, attraverso la loro equipe di educatori. Per contatti e prenotazioni: 320.3773759. Il progetto è stato finanziato dal GAL Meridaunia attraverso il Fondo F.E.A.S.R. – PSR PUGLIA 2014-2020 – Piano di Azione Locale “Monti Dauni – Interventi di agricoltura sociale: sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole.