Apulia Antiqua a Monopoli, domenica 16 luglio musica antica e nouveau cirque con l’Ensemble Orfeo Futuro e i danzatori acrobati di Estìa

81

MONOPOLI (Bari) – La musica antica suonata dall’Ensemble Orfeo Futuro incontra il circo contemporaneo della Compagnia Estìa nello spettacolo «Corte dei Miracoli», nuovo appuntamento della rassegna Apulia Antiqua curata da Sentieri Armonici in programma domenica 16 luglio (ore 21) nel chiostro di Palazzo San Martino, a Monopoli. Sonate e ostinati del Seicento italiano di Andrea Falconieri, Giovanni Buonamente e Marco Uccellini si fondono con la coreutica e le acrobazie della neonata compagnia milanese formata da Stefano De Luca, Eleonora Rota, Laura Misuraca, Davide Boi, Antonio Parisi, Lucia Lisperguer e Paolo Dei Giudici. «Corte dei Miracoli» rappresenta, infatti, la produzione d’esordio di Estìa, che vede alcuni dei suoi componenti provenienti dalla scuola di formazione della celebre compagnia di danza acrobatica Kataklò.

Giovanni Rota, direttore artistico di Apulia Antiqua, suonando il violino dirige l’Ensemble Orfeo Futuro, formazione di musica antica a organico variabile per l’occasione completata da Simona Pentassuglia (violino), Gaetano Simone (viola da gamba), Silvia De Rosso (violone), Paola Ventrella (tiorba), Giuseppe Petrella (chitarra barocca) e Vito De Lorenzi (percussioni).