Domenica 30 luglio, concerto straordinario per il FOS che fa tappa al Belvedere di Aquaviva

110

Appuntamento straordinario per il Festival Organistico del Salento con “Notte di Stelle”, domenica 30 luglio (alle 21,30), a Belvedere località Acquaviva (presso la Marina di Marittima-Diso). Il concerto, concepito per l’insenatura dell’Acquaviva, rientra nell’edizione 2023 del FOS ed è organizzato dall’Istituto di Cultura Musicale J.S. Bach in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Diso, che così offre il suo contributo alla valorizzazione e alla promozione del territorio e delle sue bellezze naturali, infatti, l’attività musicale interagisce con il territorio offrendo ai tanti turisti presenti la possibilità di scoprire luoghi di grande fascino, nell’ascolto incantevole di un viaggio notturno per pianoforte e voci soliste. L’evento “Notte di Stelle”, a ingresso libero, s’inserisce in una sezione speciale del Festival Organistico intitolata “Altri Tasti” ed è dedicata agli strumenti a tastiera, come il pianoforte.
Protagonista della serata è un trio tutto al femminile: Hagar Sharvit (mezzosoprano), Theresa Pilsl (soprano) ed Elenora Pertz (pianista), interpreti d’eccezione di un repertorio raffinato e suggestivo, di vocazione romantica e notturna. Il concerto si apre con il duetto vocale di Brahms “Die Meere”, che imita le onde del mare; seguono le sonorità sfumate delle “Trois chansons de Bilitis” di Debussy da una raccolta poetica di Pierre Louÿs, il lied “An eine Aolsharfe” di Hugo Wolf, “Nuits d’étoiles” di Debussy (che dà il titolo alla serata), “Night” di Georg Crumb, “Clair de lune” di Gabriel Fauré e “Clair de lune” di Debussy. Completano il programma: “Asturiana” di Manuel De Falla, “Seal Man” di Rebecca Clarke, “Laue Sommernacht” di Alma Mahler, “Rosamunde” di Schubert e l’aria “Pur ti miro” di Monteverdi, da “L’incoronazione di Poppea”.
Hagar Sharvit è nata e cresciuta in Israele. Ha studiato pianoforte e canto al Conservatorio di Givataim, perfezionandosi al Buchman-Mehta dell’Università di Tel Aviv, a Valencia e all’Hanns Eisler Academy of Music di Berlino. Vincitrice di numerosi premi e borse di studio, dal 2013 è solista al Deutsche Oper Am Rhein a Düsseldorf e, dal 2014, Hagar è membro del Teatro di Stato di Oldenburg.
Nel 2020, Theresa Pilsl ha ricevuto il prestigioso Premio Emmerich Smola del Südwestrundfunk e, nel 2018, è stata anche vincitrice del Concorso di Canto per l’Opera Barocca “Pietro Antonio Cesti” e del Bundeswettbewerb Gesang di Berlino. La sua grande passione è il canto liederistico, che l’ha portata ad esibirsi in recital da solista alla Pierre Boulez Saal di Berlino e alla Konzerthaus di Vienna. Ha studiato presso la Berlin University of the Arts e la Hochschule für Musik Hanns Eisler di Berlino.
La pianista italo-americana Elenora Pertz è nata a Cleveland (USA). A soli 6 anni ha cominciato a studiare pianoforte e danza classica, esibendosi nei musical e come pianista solista. Svolge un’intensa attività concertistica esibendosi in America e in Europa. Nel 2015 si è laureata alla Blair School of Music presso la Vanderbilt University (Nashville, USA), continuando a studiare anche presso la Musik und Kunst Privatuniversität der Stadt di Vienna.

Il Festival Organistico del Salento, con la direzione del maestro Francesco Scarcella, è cofinanziato dal Ministero della Cultura e dalla Regione Puglia, con il patrocinio del Conservatorio Tito Schipa di Lecce e dell’Università del Salento nonché di tutte le Diocesi della provincia di Lecce. La prossima tappa è prevista per mercoledì 9 agosto, alle 21, presso la Chiesa di Sant’Elia Profeta di Ruggiano (frazione di Salve); protagonista l’organista Davide Mariano in un concerto dedicato a musiche di Bach, Puccini, Mendelssohn e Rachmaninov.