Ultimo grande show per Birra e Sound

8

LEVERANO (Lecce) – Ultimo imperdibile appuntamento con Birra e Sound Colors, festival internazionale della birra giunto alla sua 17esima edizione.

Stasera grande festa di chiusura con Antonio Castrignanò, presenza 8imperdibile del festival, che già lo scorso anno ha infiammato l’area mercatale in chiusura di rassegna.

Spettacolo e divertimento anche con Fernando Proce da radio 101 e lo special RioBo in tour show.

 

 

Sarà possibile per l’ultima sera vivere la magia di luminarie a tema, area luna park, street artist, buskers, angoli foto per chi ama postare momenti indimenticabili sui social, e soprattutto sarà possibile degustare oltre 200 tipi di birre in arrivo da ogni parte del mondo, la faranno da padrone le ultime produzioni di casa Birra Salento, birrificio artigianale con sede a Leverano che, partito con la coltivazione di varietà di orzo distico locale in collaborazione col DisTeBa dell’Università del Salento, proprio negli ultimi tre anni ha allargato il suo legame col territorio e la sua identità, alla coltivazione di luppolo locale e alla realizzazione di una malteria, la prima del Salento. Presenti anche le birre del Consorzio di Promozione e Tutela Birra Artigianale Italiana Da Filiera Agricola nell’area pineta. Un’intera area dedicata, circa 25 i birrifici artigianali agricoli presenti con i loro nettari per deliziare appassionati cultori del genere e neofiti.

 

Cibo dalla Puglia, dall’Italia e dal mondo e prodotti vegan e per celiaci e intolleranti.

 

Stasera si procederà alla proclamazione del vincitore del contest  “vinci il tuo peso in birra”.

“Ancora una serata di grande magia  – spiegano Maurizio e Fernando Zecca -, di socialità, bellezza, radici, condivisioni. Vi aspettiamo a Leverano per condivider insieme questo fantastico viaggio frutto del lavoro e della sinergia tra tantissime persone diventate nel tempo un’autentica famiglia. Intorno all’universo birra, al messaggio forte “bevi responsabilmente” e ai colori della vita, abbiamo realizzato un festival che racconta il Salento autentico, il suo sentire, la sua empatia, quell’inclusività che abita l’animo di questa terra fin dalle origini”.