I Giovedì della Camerata, spettacolo del 10 agosto “Alla ricerca della felicità” di e con Simone Cristicchi

25

BARI – Nona serata de “I Giovedì della Camerata” il 10 agosto alle ore 21 e ultima prima della pausa di Ferragosto. La rassegna organizzata dalla Camerata Musicale Barese, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro,porta sul palco allestito nell’Atrio dell’Ateneo (ingresso da Via Nicolai) Simone Cristicchi e il suo spettacolo “Alla ricerca delle felicità”.

Imperniata su un tema che riguarda noi tutti, quello della felicità, la serata propone un mix di parole e musica con un solo grande artista sul palco. Cos’è la felicità? In cosa risiede? Da sempre il genere umano concentra i suoi sforzi per afferrarla, per coglierla tanto nel fascino delle grandi idee quanto nella meraviglia delle piccole cose. Eppure, raramente si può dire di riuscire nell’intento. Ecco l’indagine di un artista, Cristicchi, che ha fatto del suo essere ‘ricercautore’ la sua cifra, la sua particolarità.

In questo spettacolo Cristicchi sceglie di provare a spiegare cosa la felicità rappresenti, al riparo da facili entusiasmi e conclusioni affrettate.

La ricerca della felicità si sposa, infatti, con l’inesauribile curiosità di Simone, il quale, attraverso la filosofia, la meditazione, ci parla della bellezza, della vitalità, del tempo, del senso di appartenenza e di comunità, di musica e di storie.

Un percorso in sette parole chiave – attenzione, lentezza, umiltà, cambiamento, memoria, talento, noi – in cui trovano spazio canzoni, aneddoti, racconti e interviste, un percorso che ci accompagna nella sorprendente scoperta del senso profondo di questa ricerca per ciascuno di noi.

Lo spettacolo, di cui Cristicchi è autore oltre che interprete, è parte di un progetto più ampio, che comprende anche un libro dal titolo omonimo e un film documentario di Andrea Cocchi, che cerca di dare delle chiavi di lettura per rispondere ad alcuni interrogativi che segnano l’esistenza dell’essere umano.

E così, in un itinerario che si snoda tra parole e musica, il pubblico potrà gustare riflessioni e canzoni, interpretate dall’inconfondibile voce e musicalità di un artista che, nato a Roma nel 1977, ha saputo imporsi all’attenzione nazionale, vincendo premi di ogni genere: Premio Musicultura, Premio Giorgio Gaber nell’ambito del Festival del Teatro Canzone di Viareggio, Premio Carosone, “artista dell’anno” nel Festival Dallo Sciamano allo Showman (Premio Renzo Bigi Barbieri), dove si aggiudica anche il premio della critica di Musica e Dischi per il miglior album di debutto e molti altri. Nel 2006 Cristicchi partecipa al Festival di Sanremo nella sezione “giovani” con La bella gente, tornando al festival l’anno dopo nella sezione “big” conTi regalerò una rosa. Il brano lo fa trionfare: vince sia ilpremio della critica che la sezione “big”. Da allora Cristicchi intraprende una carriera particolare e molto variegata: a La Milanesiana 2021 prende il via dalla Reggia Venaria Reale la prima mostra di disegni ed aforismi di Cristicchi, dal titolo Happy Sketches / Natura umana. Cristicchi, artista poliedrico, alterna spettacoli teatrali a concerti musicali. Tra essi Lo chiederemo agli alberi, Ho disegnato – Concerto illustrato, performance unica nel genere in cui Cristicchi canta, racconta e disegna contemporaneamente, L’uomo che parlava agli uccelli, in cui Cristicchi si interroga sul cosapuò dirci la filosofia del “ricchissimo” di Assisi, nella confusione della modernità affamata di senso e nelle promesse tradite dal progresso.

Costo del biglietto € 15, ridotto under 26 € 10.

Per informazioni e acquisti rivolgersi agli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 (tel. 080/521.19.08) tutti i giorni dal lunedì al sabato mattina e pomeriggio, o recarsi direttamente nel luogo del concerto a partire dalle ore 19.30 di tutti i giovedì di spettacolo.