Domenica 27 agosto, a Otranto per il FOS, l’organista Maurizio Maffezzoli

35

OTRANTO (Lecce) – Domenica 27 agosto il Festival Organistico del Salento giunge a Otranto presso la Cattedrale (alle 20.30). Protagonista del nuovo appuntamento è l’organista di origini comasche, Maurizio Maffezzoli, che si esibirà sull’Organo Kircher del 1750 (restaurato da Piccinelli nel 1995) e sull’Organo dei Fratelli Ruffatti (del 1960). Il FOS, alla sua nona edizione, è organizzato dall’Istituto di Cultura Musicale J. S. Bach con la direzione artistica del maestro Francesco Scarcella, ed è sostenuto dal Ministero della Cultura e da Regione Puglia.
Il programma della serata, a ingresso libero, è ben articolato e incentrato sulle diverse scuole europee. I brani del concerto, alcuni caratterizzati da uno stile brillante, quasi virtuosistico, altri dal carattere dolce e melodico, sono stati scelti per far apprezzare al meglio le qualità espressive dei due preziosi strumenti della Cattedrale. Sull’organo settecentesco di Kircher, del repertorio italiano il maestro comasco presenta musiche di Pasquini, Bellinzani e Moretti. Sull’organo Ruffatti, per la scuola tedesca si esibirà nel Preludio con Fuga di Walther (cugino di Bach) e nella nota Ciaccona di Pachelbel. La Francia è rappresentata invece da Pierre Dumage, di cui ascolteremo “Plein jeu, Fugue, Tierce en Taille, Grand jeu”. Si chiude con un tributo alla musica del XIX, la Marcha di anonimo messicano, legata allo stile spagnolo.
Organista titolare della Basilica di San Venanzio di Camerino, Maurizio Maffezzoli si è diplomato in Organo e Composizione Organistica con Wijnand Van De Pol e in Clavicembalo con Alfonso Fedi. Ha partecipato a diversi corsi d’interpretazione organistica studiando con maestri come Tagliavini, Tamminga e Vogel. Ha approfondito gli studi della musica barocca francese con Fedi e quella spagnola con Frédéric Munoz. Come solista e in formazioni cameristiche, ha al suo attivo numerosi concerti anche in molti Festival, tra cui quello dei due Mondi di Spoleto, l’Organistico Umbro, l’Hermans Festival, il Festival International Orgues Vallées Roya e l’Organ Festival di Tokyo. Maffezzoli è presidente dell’Associazione Organi Arti & Borghi, con cui organizza la rassegna organistica “Terra d’Organi Antichi”.

Chiude la prima parte del Festival, il concerto di martedì 29 agosto a Minervino di Lecce (Chiesa di Sant’Antonio) con l’Accordance Duo: Gianni Fassetta, alla fisarmonica, e Massimo Santaniello al clarinetto (alle 21). Il Festival è sostenuto dal Ministero della Cultura e dalla Regione Puglia, con il patrocinio del Conservatorio Tito Schipa di Lecce e dell’Università del Salento nonché di tutte le Diocesi della provincia di Lecce.