Sant’Oronzo 2023: gli appuntamenti di sabato 26 agosto

83

LECCE – Terzo e ultimo giorno di celebrazioni civili e religiose per la festa dei Santi Patroni di Lecce, organizzata dall’Amministrazione comunale – Assessorato alle attività produttive, Turismo e Spettacolo e dall’Arcidiocesi di Lecce, con la collaborazione di Pugliarmonica.

Sabato 26 agosto, il giorno della festa dei santi patroni si apre con la tradizionale fiera del bestiame a Frigole (dalle 7 alle 13) e con la camminata di Sant’Oronzo a cura delle associazioni Life Walking e Gpdm Lecce (raduno e partenza in piazza Sant’Oronzo alle 8.30).

Per “Quando la banda passò”, la banda di Taviano farà il tour nei quartieri con questo percorso: dalle 9, quartiere Leuca e quartiere Mazzini.

Dalle 9.30 alle 10.30 e dalle 18.30 alle 19.30 il giro per il centro cittadino avrà come protagonista due prestigiose formazioni bandistiche: il Gran Concerto Bandistico Città di Rutigliano (Bari) c il Gran Concerto Bandistico Città di Racale, che si esibiranno alternativamente in cassa armonica in piazza la mattina dalle 10.30 alle 12.30 e la sera dalle 20 a mezzanotte, diretti rispettivamente dai maestri Gaetano Cellamara e Anna Ciaccia.

Alle 18 per le vie del centro sfileranno gli sbandieratori di Carovigno.

Al Circolo Tennis dalle 19 a mezzanotte, è in programma il mercatino del vintage e del modernariato con il dj set di Tobia Lamare.

Al chiostro dei Teatini, alle 20.45, per la rassegna teatrale in dialetto leccese, è la volta della compagnia Lu Curtigghiu con la commedia brillante, scritta e diretta da William Fiorentino. “E all’ottavu creau la socra”.

A Porta San Biagio, dalle 21, ancora si balla lo swing con Social Swing a cura di Swing Dance Forever, mentre a Porta Rudiae si conclude “Cabaret in festa, rassegna made in Salento”, dalle 21, con gli Scemifreddi.

Alla Villa Comunale, dalle 21 all’1, la seconda delle tre serate di Sant’Oronzo Young Festival, dedicato alla musica amata dai ragazzi: la serata sarà dedicata alla musica pop.

Alle 21.30, in piazza Libertini, per l’ultimo dei tre concerti di Lecce Music Fest (operazione finanziata a valere sul POR Puglia Fesr-fse 2014/2020 – asse VI azione 6.8 – “Palinsesto Pp-Tpp Puglia, riscopri la meraviglia 2023”), ospite sarà Antonio Castrignanò con i Taranta Sounds e la partecipazione straordinaria di Cesare Dell’Anna, preceduti dai Ritmo Binario.

Si chiude, a mezzanotte, con il Gran Festival Pirotecnico leccese che vedrà alternarsi per tre batterie di fuochi le ditte Piromagia da Pannarano (Benevento), Pirotecnica Salentina da Novoli e Pirotecnica Moderna di Giovanni Padovano da Genzano di Lucania (Potenza).

Domenica 27 agosto, appendice con il concerto alla 21 del giovane violinistra Stefano Mhanna alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, uno spettacolo musicale a Torre Chianca in serata e al campo di calcetto di Torre Chianca la cover band di Claudio Baglioni, Mille note. A Chiostro dei Teatini, alle 20,45, si chiude la rassegna teatrale in dialetto leccese con la compagnia Rote Pàcce che presenta “Le fisime te don Ninì”, una commedia brillante scritta da Antonio Caputo con la regia di Paolo Stanca, mentre alla Villa Comunale ultimo giorno di Sant’Oronzo Music Fest, decicato alla musica underground dalle 21 all’1.

Per tutti i giorni di festa, dal 24 al 26 agosto, si svolgerà la fiera con le classiche bancarelle lungo il percorso abituale (via Cavallotti, viale Marconi, via XXV Luglio, via Costa e alcuni operatori in viale Lo Re), che coinvolgerà più di 200 operatori, per la quale è stata confermata la scelta ecosostenibile fatta dal 2018 dall’Amministrazione comunale di bandire i gruppi elettrogeni e approvvigionare di energia i commercianti con una apposita infrastruttura elettrica messa a punto dai tecnici del Comune.

Su via Trinchese, nel tratto che costeggia il Teatro Apollo, torna l’anteprima della Fiera di Santa Lucia, dei Presepi e dei pastori, un’esposizione dei lavori artigianali della storica fiera, protagonista del Natale in città, a beneficio dei turisti.

Piazza Mazzini è il luogo della festa dedicato specificatamente ai più piccoli con animazione, laboratori e spettacoli per bambini dalle 18 alle 23. La Chiesa della Nova, in via Idomeneo, ospiterà la mostra della cartapesta tipica leccese con accompagnamento musicale, il tutto a cura dell’associazione Italia Nostra (orari di apertura dalle 10.30 alle 13 e dalle 18 alle 22,30), mentre due mostre saranno visitabili alla Tipografia del Commercio in via dei Perroni: la storia della Festa attraverso antichi manifesti custoditi dalla famiglia Buttazzo e “Salviamo il legno d’ulivo” (orari di apertura dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 22.

Fino a lunedì, sarà attivo nell’area parcheggio dello stadio Via del Mare il Luna Park.

L’Assessorato alla Cultura ha promosso due iniziative speciali in occasione della Festa dei santi patroni. Dal 24 al 26 agosto chi visiterà la mostra “Realismo capitalista, Banksy: l’arte in assenza di utopie” alle Mura Urbiche potrà partecipare a “Ritratto di famiglia con palloncino. Un racconto e un ritratto live”, l’iniziativa in cui le famiglie con figli potranno essere fotografate davanti al quadro originale dal titolo “La ragazza col palloncino”. Un fotografo inviterà i visitatori della mostra all’interno di un set speciale, allestito per l’occasione, e li renderà partecipi dell’opera e della sua aura, facendoli diventare un prolungamento sentimentale del quadro originale. La costruzione del ritratto diventerà una sorta di quadro nel quadro (si richiede al pubblico un abbigliamento bianco, lo staff fornirà per lo scatto il palloncino rosso a cuore).

Sempre dal 24 al 26 agosto, l’ingresso al Must – Museo Storico della Città di Lecce sarà gratuito e si potrà ammirare una statua in cartapesta di Sant’Oronzo.