La pittura materica di Ricarda Guantario al Must di Lecce

60

LECCE – Il MUST di Lecce ospita sino a domenica 2 ottobre la mostra dell’artista pugliese Ricarda Guantario  “Esperienze contemporanee d’arte materica e Bellezza”. Dalle ore 9 alle 21 nella sale di MUST OFF del Museo Storico della Città di Lecce i visitatori potranno ammirare le opere di un talento creativo delle emozioni che ha attraversato il mondo, dal Manattan Hotspot Nolita di New York alla Triennale di Roma, dalla Swiss Art Expo di Zurigo alla rassegna “Grazie Italia” patrocinata dal padiglione Guatemala della Biennale  di Venezia.

Inaugurata nel vernissage del 2 ottobre al MUST, con l’incontro mediato dal giornalista Vincenzo Sparviero, la mostra ha visto gli interventi dell’assessore alla Cultura del Comune di Lecce Fabiana Cucirillo e della prof.ssa Cettina Fazio Bonina, presidente dell’associazione culturale Porta d’Oriente. Tra i diversi ospiti intervenuti al vernissage la presenza della fashion blogger Regiina Saavedra, particolarmente emozionata davanti all’esposizione della pittura materica di Guantario.

 

Lo storico dell’arte Vito Cracas ha così definito il mondo di Ricarda Guantario: “Nelle sue opere vengono delineate le emozioni. L’artista induce a riflettere su quanto attrae la nostra attenzione e stimola l’inconscio a cercare i diversi ma attraenti attimi fuggenti di cui spesso,  per la fretta quotidiana, non si riesce a cogliere il loro insito messaggio. Ma se ci si sofferma a riflettere sulle sensazioni partecipate dalle sue opere esposte si ha la risposta alle tante domande che a volte si pongono spesso i visitatori. E nei  diversi “pezzi” esposti, servendosi dei lineamenti, anche se non sempre accennati ma comunque esaltati da un proprio originale cromatismo, Ricarda Guantario  partecipa le sensazioni avvertite, colte e delineate nella sua sintesi lineare e cromatica”.

 

Ricarda Guantario, maestra in arti applicate e designer, negli anni il suo stile è stato in continua evoluzione, dalle prime opere realizzate in tarsia in legno colorato degli anni ‘90 e poi in stile post impressionista, successivamente figurativo contemporaneo in cui l’artista rappresentava la figura femminile per giungere attualmente all’arte contemporanea e concettuale. L’arte di Ricarda Guantario trasmette messaggi profondi ed edificanti, è sincera, riservata, intimistica, dai gusti creativi raffinati. Tecniche originali di pittura materica e ready made, la concezione esistenziale e le emozioni dell’artista, temi di filosofia con riferimento alla spiritualità, all’infinito e a ciò che congiunge terra e cielo, materia e spirito, sono la ricerca e la rappresentazione dell’equilibrio.

Dalle opere dell’artista pugliese emerge il racconto di un percorso interiore, la rappresentazione della ricerca della corretta prospettiva del sé, di ciò che ha valore e di ciò che è bellezza.

La mostra al MUST in via Degli Ammirati 11 a Lecce è un’occasione per scoprire le verità personali “nascoste” nell’arte di Ricarda Guantario.