Per il Festival I Concerti del Chiostro giovedì 5 ottobre a Galatina il duo pianistico Marco Sollini e Salvatore Barbatano

32

GALATINA (Lecce) – La XXIII edizione del Festival I Concerti del Chiostro si prepara al primo appuntamento di ottobre (che sarà il mese del trionfo del pianoforte!). Si parte giovedì 5 nell’iconica Basilica di Santa Caterina di Galatina con il Duo pianistico composto da Marco Sollini e Salvatore Barbatano ed il loro omaggio a uno dei maggiori compositori e pianisti russi di sempre (ore 21.00 – ingresso gratuito, info al 3314591008).

La rassegna diretta da Luigi Fracasso, in dodici appuntamenti porta la grande musica in quattro comuni del Salento: Galatina, Soleto, Cutrofiano, Zollino, fino al 30 ottobre, ospiteranno artisti di forte richiamo, protagonisti di un cartellone variegato che attraversa i generi, dalla classica – che rimane il cuore della rassegna – al jazz al blues, con incursioni nella musica pop e tradizionale e nella narrazione teatrale.

Adesso è la volta del duo pianistico italiano, tra i più apprezzati anche a livello internazionale, Sollini – Barbatano, definito dalla stampa russa “le venti dita d’oro d’Italia”. A Galatina, per I Concerti del Chiostro, porta Omaggio a Sergej Rachmaninov: in programma 6 Morceaux op.11 per pianoforte a 4 mani, Suite n.1 op.5 (FantaisieTableaux) e Suite n.2 op. 17, entrambe per due pianoforti.

 

SCHEDA ARTISTI

Il Duo Sollini – Barbatano nasce nel 2004 e si consolida negli anni, dopo attività solistiche e cameristiche di prestigio. Affronta sia pagine del repertorio per pianoforte a 4 mani che significative opere per due pianoforti e si esibisce anche in veste solistica con orchestra. Ha suonato in sale prestigiose tra cui: Grosse Saal del Mozarteum di Salisburgo, Filarmonica di Cracovia, Smetana Hall di Praga, Teatro Ahmed Adnan Saygun Sanat Merkezi di Izmir, Teatro Manoel di Malta, Sala Solti all’Accademia Liszt di Budapest, Festival dei Palazzi di San Pietroburgo, Schouwburg Festival di Jakarta, International Music Festival of Santorini, Kursaal di Bad Wildbad, Interfest di Bitola, Kamerfest di Pristhina; inoltre, alla Sala Preporodna di Zagabria, in un concerto esclusivo dedicato al ventennale delle Relazioni Diplomatiche tra Repubblica di Croazia e Repubblica Italiana, alla presenza del già Presidente della Repubblica Ivo Josipovic. Significative le esibizioni in Italia per importanti stagioni concertistiche tra cui l’Associazione Siciliana Amici della Musica di Palermo al Teatro Politeama, Teatro Bibiena di Mantova, Viotti Festival di Vercelli, Alba Music Fest, Teatro Sanzio di Urbino, ecc. Ha effettuato varie registrazioni per la Radio Vaticana e RAI Radiotre. Nel loro repertorio figurano anche l’integrale dei Concerti di Johann Sebastian Bach per due pianoforti e orchestra, eseguiti ed incisi sotto la direzione del M° Francesco D’Avalos, Nel 2011 ha eseguito, in prima mondiale assoluta, “Le Mille e una notte” di Patrizio Marrone, con Ugo Pagliai e Paola Gassman quali voci recitanti. I due artisti fondono la loro esperienza musicale anche nella conduzione dell’International Music Festival “Armonie della sera”, di cui Sollini è ideatore e direttore artistico e Barbatano è coordinatore artistico. Nel 2015 il compositore, premio Oscar, Luis Bacalov ha scritto e dedicato al duo Sollini-Barbatano il brano “Tanghitud 4”. Il duo è inoltre dedicatario di composizioni scritte da vari importanti musicisti come Michele Dall’Ongaro, Sergio Calligaris, Antonio Giacometti, Patrizio Marrone. Ha registrato diversi CDs tra cui uno dedicato all’integrale delle composizioni per pianoforte a 4 mani di Sergej Rachmaninov, uno con musiche da camera di Gioachino Rossini, condiviso con alcuni artisti prime parti dell’Orchestra della Scala di Milano, uno dedicato alla musica per pianoforte a 2 e 4 mani di Pietro Mascagni ed un CD con “Shéhérazade” e “Capriccio espagnol” nelle versioni originali di Nicolai Rimskji-Korsakov.  Si è esibito in veste solistica con varie orchestre tra cui: Malta Philarmonic Orchestra, Orchestra Filarmonica di Cracovia, Orchestra Sinfonica di Stato di San Pietroburgo, Euro Sinfonietta, Karlovy Vary Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica di Sanremo, I Solisti Aquilani, Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, Croatian Symphony Orchestra, I Solisti Veneti, Orchestra Sinfonica MAV di Budapest, Orchestra Sinfonica di Leningrado. Nel 2018 Marco Sollini e Salvatore Barbatano hanno pubblicato un CD per Sony classical con i Concerti di Mozart e Kozeluch per due pianoforti e pianoforte a quattro mani e nel 2020 un CD con musiche di Beethoven (distr. Sony Music).  Il Duo Sollini-Barbatano ha inciso inoltre l’integrale delle opere per pianoforte a 4 mani di Camille Saint- Saëns per la DaVinci Classics, ricevendo lusinghiere recensioni tra cui le “5 stelle” della rivista Musica e idem dalla rivista Music Voice che lo ha scelto come “cd del mese”; inoltre ha pubblicato un CD con musiche per due pianoforti di Franz Liszt con il Concerto Patetico e la monumentale Dante Symphonie (Da Vinci Classics).

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Il Festival I Concerti del Chiostro proseguirà lunedì 16 ottobre ancora a Galatina ospitando il giovanissimo Denis Linnik, vera rivelazione del Festival: pianista bielorusso già riconosciuto dalla critica internazionale come una delle personalità più interessanti della sua generazione.

Giovedì 19 a Cutrofiano con Antonio Di Cristofaro e lunedì 23 a Zollino con Giuseppe Lo Cicero: i due pianisti italiani nei rispettivi concerti proporranno alcuni tra i più noti capolavori della letteratura pianistica da Beethoven a Gershwin, da Chopin a Rachmaninov e Debussy.

Giovedì 26 ottobre ancora Galatina: il pianista Francesco Nicolosi e il critico musicale Stefano Valanzuolo ne La Musica Miracolosa – Storia del pianista del ghetto di Varsavia racconteranno la storia del musicista ebreo Szpilman, salvatosi dagli orrori nazisti grazie alla sua musica.

Domenica 30 ottobre chiusura con il Duo pianistico Ramin Bahrami e Danilo Rea in Bach is in the air: il pianista iraniano e il suo monumentale J. S. Bach coraggiosamente messo in “discussione” da Danilo Rea, autorità nel mondo del jazz italiano.