A Ostuni Ghironda Winter Festival da Natale a San Silvestro

52

OSTUNI (Brindisi) – Ad Ostuni è super finale d’anno con il Winter Festival La Ghironda realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale. Quattro concerti a ingresso gratuito tra la sera di Natale e la Notte di San Silvestro con il Pastor Ron Gospel Show (lunedì 25 dicembre), i Nomadi (venerdì 29 dicembre), Lidiya Koycheva & Balkan Orchestra (sabato 30 dicembre) e i Neri per Caso (domenica 31 dicembre).

Si parte lunedì 25 dicembre (ore 19), nella concattedrale di Santa Maria Assunta, con il «Gospel Show» di Pastor Ronald Hubbard, meglio noto come Pastor Ron, appuntamento inserito nel «Valle d’Itria Gospel Festival» prodotto da Spazio 01. Tra le figure più conosciute e carismatiche nel panorama gospel internazionale, Pastor Ron ha saputo incantare anche il pubblico italiano con la sua debordante personalità esibendosi con grande successo all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in piazza Santissima Annunziata di Firenze, al Palasport di Mestre e al Toscana Gospel Festival. Con il suo gruppo, composto da sei tra cantanti dalle potenti e vellutate voci black e da strumentisti dotati di uno notevole groove, Pastor Ron spazia a trecentosessanta gradi fra il gospel tradizionale e quello contemporaneo: un vero e proprio viaggio alle origini della musica afroamericana per arrivare alle versioni più moderne e scatenate di questo amatissimo genere musicale. Oltre a una sezione interamente dedicata al Natale, il programma include anche diversi brani composti dallo stesso Pastor Ron.

Venerdì 29 dicembre (ore 21), in piazza Libertà, sarà la volta dei Nomadi, formazione che ha accompagnato generazioni di italiani. La formazione guidata da Beppe Carletti quest’anno sta festeggiando sessant’anni di carriera, iniziata in una calda estate del 1963 senza mai interrompersi sinora, caratterizzata da una serie di canzoni che hanno rappresentato un punto di riferimento per la cultura popolare italiana. Ancora oggi, infatti, i Nomadi continuano a riscuotere grande consenso di pubblico, confermandosi tra i più longevi complessi musicali non solo in Italia, ma al mondo. A Ostuni ripercorrono la loro storia sin dagli esordi con pietre miliari quali «Dio è morto» e «Io vagabondo» per arrivare ai successi più recenti e ai brani del loro ultimo album «Cartoline da qui».

Sabato 30 dicembre (ore 21), in piazza Libertà, protagonista sarà la cantante, chitarrista e pianista Lidiya Koycheva, di scena con la sua Balkan Orkestra, formazione con la quale l’artista bulgara porta in giro per il mondo la tradizione musicale del proprio Paese, nel nome della quale ha condiviso il palco non solo con Goran Bregovic, ma anche con Ibrahim Maalouf, il Dubioza Kolektiv, gli Incognito (con cui ha registrato un singolo in studio), e poi, Eugenio Bennato, Vinicio Capossela, Tonino Carotone e molti altri artisti. Figlia d’arte, con il papà fisarmonicista e la mamma ballerina professionista, Lidiya Koycheva ha partecipato a molti programmi televisivi e cantato in importanti festival, tra cui il Womad UK di Peter Gabriel, oltre ad essere stata ospite del Concertone del Primo Maggio a Roma, del Cous Cous Festival in Sicilia e del Concertone della Notte della Taranta a Melpignano.

Infine, domenica 31 dicembre (dalle ore 23), notte di San Silvestro in piazza Libertà, aspettando il 2024 con i Neri per Caso, straordinario ensemble di voci a cappella che rappresenta un «caso» unico nel panorama della musica italiana, nel solco delle grandi formazioni vocali europee ed americane. Forse pochi ricordano, ma al debutto discografico, nel 1996, pubblicarono un album di canzoni natalizie, «So This is Christmas». E da allora, con il loro modo di reinterpretare i grandi classici, i Neri per Caso continuano ad affascinare appassionati di vari generi ed età diverse. Conclusa la loro esibizione a cavallo della mezzanotte, la festa continuerà sino a tardi con un dj set tutto da ballare.