Teatro Kismet, l’omaggio al teatro di Carlo Formigoni con “La nostra città”

40

BARI – Il Teatro Kismet di Bari accoglie a gennaio un omaggio a uno dei maestri italiani del teatro. È dedicato a Carlo Formigoni la serata di giovedì 4 gennaio: alle ore 21 va in scena La nostra città, evento speciale della Stagione 2023.24 ‘Bagliori’ curata da Teresa Ludovico.

Il regista pugliese, nel 2013 premiato dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e tra i primi ad aver portato il teatro ragazzi in Italia, dirige lo spettacolo originariamente scritto dal drammaturgo statunitense Thornton Wilder. Una commedia che Alfred Hitchcock – per il quale Wilder sceneggiò L’ombra del dubbio – definì “stupenda”.

Un piccolo capolavoro sul valore della quotidianità, che ci porta ad apprezzare le piccole cose, interpretato da Giancarlo Luce, Erika Grillo, Rosa Scatolini e Arthuro Baetscher.

“Ridendo e piangendo, vagando tra il conscio e l’inconscio – racconta Formigoni – tra il quotidiano e ‘l’ignoto regno da cui nessuno ha fatto ritorno’, pensiamo di offrire al nostro pubblico uno spettacolo particolare. Come nell’antico teatro Nō giapponese, la nostra opera tratta del rapporto tra i vivi e i morti”.

Bio Carlo Formigoni è regista e attore teatrale. Nel ’57 attratto dal teatro di Berthold Brecht si trasferisce a Berlino, dove da Helene Weigel ottiene la possibilità di imparare lavorando come assistente e attore al Berliner Ensemble. Nel ’63-’64 di ritorno in Italia collabora come assistente e attore con Franco Parenti al Teatro Stabile di Palermo. Dal ’69 al ’71 conduce al Teatro Stabile di Torino il Corso di Formazione dell’Attore e consecutivamente con una parte di quegli allievi fonda, a Milano con Antonio Attisani, il Teatro del Sole lavorandovi per sette anni. Dal ’79 all’ ’81 conduce a Bari a “Santa Teresa dei Maschi” un corso per attori dal quale scaturisce il Teatro Kismet. Negli ultimi trent’ anni dirige spettacoli per ragazzi, ma non solo, a Vienna, Salisburgo, Monaco, Barcellona, Olympia, Urbino e si trasferisce in Puglia, fra i trulli, nella campagna tra Cisternino e Ostuni, dove lo raggiungerà sua moglie Iva Formigoni Besson, anche lei tra i principali protagonisti dell’esperienza del Berliner. Ed è proprio qui che Formigoni continua a sviluppare un lavoro pedagogico nel quale si riflette tutta la grande umanità del pensiero di Berthold Brecht. Decine gli attori e i registi che si sono formati con lui e che tornano puntualmente a trovare il Maestro mostrando le loro opere o work in progress nel Teatro sull’aia. Significativo anche il suo apporto per la crescita delle Compagnie Cerchio di Gesso di Foggia, Teatro le Forche di Massafra, Teatro dell’altopiano di Martina Franca.

La Stagione ‘Bagliori’ del Teatro Kismet è realizzata con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Puglia e del Comune di Bari.

I biglietti della Stagione serale 2023.24 ‘Bagliori’ partono da un prezzo di 14 euro, disponibili al botteghino del Kismet (strada San Giorgio martire 22F, Bari) e online sul circuito Vivaticket. Il botteghino è attivo dal martedì al venerdì ore 10.30 – 12.30 | 16.30 – 19 e due ore prima dello spettacolo. Previsti anche abbonamenti alla Stagione serale e a combinazioni di spettacoli a prezzi agevolati.

Per informazioni si può chiamare il botteghino del Kismet (strada San Giorgio martire 22F, Bari) al numero 335 805 22 11. La Stagione completa è disponibile sul sito www.teatridibari.it.