Torna a risuonare nei cuori degli studenti di Bari “Musica Maestra”

30

BARI – Ritorna, dopo il successo della scorsa edizione, la rassegna “Musica Maestra”, organizzata e promossa dalla lungimirante Camerata Musicale Barese, che, con questa iniziativa, mira a portare la musica nelle scuole di Bari, programmando attività specificatamente pensate per gli studenti.

La rassegna vede coinvolte alcune delle scuole primarie e secondarie della città di Bari: l’Istituto comprensivo “Amedeo D’Aosta”, l’Istituto comprensivo “Balilla-Imbriani”, i due plessi IQBAL e Ghandi dell’Istituto “Re David”, la Scuola “Giosuè Carducci”.

Venti i concerti dall’1 marzo al 18 aprile e oltre 1.000 gli studenti che fruiranno delle lezioni-concerto del Quintetto di fiati Aire e che potranno godere delle spiegazioni e dei racconti della voce narrante di Angela Vietri. Ogni concerto sarà la scoperta di un nuovo strumento, di un nuovo pezzo, di una nuova fiaba musicale, di un nuovo racconto fatto di parole e note, con musiche che spazieranno dal periodo classico al Novecento storico.

Continua così l’incessante attività formativa e performativa che la Camerata Musicale Barese riserva al territorio, nella consapevolezza dell’importanza di promuovere la musica colta presso le giovani generazioni, anche per formare il pubblico del domani.

 

Come una matassa che si dipana gradualmente, la rassegna musicale che affascina e coinvolge giovani fino ai 14 anni, si estende e aggiorna, di anno in anno, la rete di sedi e istituzioni in cui promuovere la cultura, con l’effetto di una cementificazione ancor più evidente del lavoro che tantissimi docenti, insieme ai loro alunni, compiono ogni giorno con profondo spirito di dedizione. I dirigenti, i docenti e i referenti delle attività extracurriculari confermano ancora una volta una spiccata sensibilità nella scelta di coinvolgere le loro scuole elementari e medie in una rassegna che rappresenta una vera e propria opportunità culturale e musicale per gli studenti. La partecipazione alla rassegna, infatti, non solo promuove la formazione musicale dei giovani, ma testimonia anche l’apprezzamento per un ente che, dal 1941, contribuisce significativamente all’arricchimento del patrimonio culturale della comunità.

Progettata infatti con l’obiettivo di ispirare e introdurre i giovani al vasto mondo della musica colta, “Musica Maestra” si distingue anche per il suo impegno nei confronti dell’occupazione di artisti e musicisti under 35, e per la proposta di programmi che raccontino la diversità e l’inclusività, non come elementi d’eccezione, bensì con la naturalezza espressiva di chi quei valori li ha fatti propri e li trasmette senza “accenti”.

Negli anni la rassegna, che gode della direzione artistica del violinista Dino De Palma, docente di violino presso il Conservatorio di Foggia, ha registrato una crescita costante nella partecipazione; questo notevole successo sottolinea l’importanza e l’attrattiva di un’iniziativa che va oltre l’ordinario, offrendo un’esperienza musicale “a km 0” in cui l’interazione tra artisti e piccoli ascoltatori è attiva e costantemente stimolata. Le attività spaziano da workshop interattivi a sessioni didattiche e laboratori proposti in aula dagli insegnanti stessi, per terminare con la performance finale. Questi elementi arricchiscono l’esperienza dei giovani partecipanti, stimolando il loro interesse per la musica e contribuendo alla loro crescita artistica.

Un elemento peculiare di “Musica Maestra” è la sua attenzione alle questioni di genere: circa l’80% degli artisti coinvolti sono donne. Un segno e un’azione concreta nel tortuoso cammino della parità di genere, anche nel settore musicale.

Il successo di “Musica Maestra” va oltre i numeri, evidenziando l’impatto duraturo sulla formazione musicale dei giovani partecipanti. Molti di loro richiedono informazioni e/o intraprendono percorsi accademici nel campo della musica, testimoniando l’efficacia e l’ispirazione fornite da questa eccellente iniziativa. Questo progetto non è solo una rassegna musicale, ma un catalizzatore di cambiamento culturale che apre le porte della musica alle nuove nuova generazioni, fornendo un terreno fertile per la crescita di talenti musicali, ma soprattutto continuando a dimostrare la forza dell’educazione musicale nella formazione delle future generazioni.

Informazioni ulteriori presso gli uffici della Camerata in Via Sparano 141 (tel. 080/5211908 – da lunedì a venerdì mattina e pomeriggio / sabato solo mattina) e on line sul sito della Camerata www.cameratamusicalebarese.it.