“Avvenne a Bari”: presentata ieri a Palazzo di Città la sesta edizione della rievocazione storica promossa dall’associazione Stella del Monte

14

BARI – E’ stata presentata ieri, nella sala giunta di Palazzo di Città, la sesta edizione di “Avvenne a Bari: matrimonio di un giorno di mezzo ‘800”, rievocazione storica del primo incontro, avvenuto nel 1859, della duchessa Maria Sofia di Baviera con il principe ereditario Francesco di Borbone. L’evento, in programma domenica 3 marzo, è promosso e organizzato dall’associazione Stella del Monte. All’incontro con la stampa sono intervenuti l’assessora alle Culture del Comune di Bari Ines Pierucci, la direttrice artistica dell’evento Mariagabriella Sabato, il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale Ugo Patroni Griffi, don Luciano Rotolo e altri rappresentanti dell’associazione Stella Del Monte.

 

Quello del 1859 fu un evento di grande interesse, nazionale ed internazionale. Il 3 febbraio il principe Francesco di Borbone, divenuto poi ultimo re delle Due Sicilie con il nome di Francesco II, incontrò sua moglie, la principessa Maria Sofia di Baviera, sorella della più nota imperatrice Sissi. Nell’occasione, una città in visibilio accolse i reali con favolosi festeggiamenti cui seguirono il matrimonio religioso (svoltosi nel salone del Palazzo del Governo) e il pranzo nuziale.

 

“Quella in programma domenica è una grande festa e una rievocazione importante, di valore storico, culturale e anche di sicuro interesse turistico, un appuntamento che ci consente di rievocare un’epoca della storia di Bari che resta di grande interesse – ha dichiarato Ines Pierucci -. Ringrazio, quindi, l’associazione Stella del Monte perché con questa bella ricostruzione ci fa tornare indietro nel tempo, con un tuffo nelle tradizioni, nella storia e anche negli abiti dell’Ottocento. E’ importante, infatti, ricordare e rievocare i passaggi che compongono la storia e la cultura della nostra città”.

“Quella di Maria Sofia di Baviera è stata una figura molto importante e davvero moderna, che meriterebbe di essere ricordata molto di più, anche perché rappresenta un esempio di donna che ha voluto essere sempre padrona e protagonista del proprio destino – ha sottolineato Ugo Patroni Griffi -. Il suo esempio ci ricorda l’importanza di celebrare il ruolo e l’esempio delle tante donne che hanno avuto un ruolo di grande rilievo nella storia dell’Europa, del nostro paese e dei nostri territori”.

“Siamo felici di ricordare, anche quest’anno, un evento che rappresentò un passaggio storico memorabile per la nostra città, una festa popolare di ampio respiro, con una larghissima partecipazione – ha proseguito Mariagabriella Sabato -. Ringraziamo, quindi, il Comune di Bari e tutte le istituzioni che ci hanno aiutati a organizzare un momento in cui faremo rivivere, ancora una volta, un’intera epoca. Come scoprirete domenica, abbiamo cercato di rievocare, non solo simbolicamente, ogni dettaglio di quella giornata memorabile, dai luoghi ai personaggi, dai costumi alle musiche, sino alle danze. Diamo quindi appuntamento a tutti domenica 3 marzo per un’iniziativa che, ne siamo sicuri, sarà ancora una volta importante per riappropriarci di un pezzo della storia della nostra città”.

 

Il programma della rievocazione, domenica 3 marzo, prevede: la partenza del corteo da piazza Libertà (alle ore 10), lo sbarco della principessa Maria Sofia di Baviera presso il porto vecchio; l’incontro dei principi sposi, Francesco di Borbone e Maria Sofia Wittelsbach; il corteo dei nobili, dei notabili e del clero; il saluto militare, la benedizione del matrimonio con i festeggiamenti della popolazione e balli e musiche d’epoca Si potrà, inoltre, pranzare presso i ristoratori di Bari vecchia e Corso Vittorio Emanuele che aderiscono all’iniziativa.