Venerdì 14 giugno il BariClarinetEnsemble a Palazzo De Mari

16

L’associazione Colafemmina di Acquaviva delle Fonti, da sempre impegnata a farsi vetrina per i talenti musicali delle nuove generazioni, propone un altro focus sui giovani interpreti del Conservatorio Piccinni di Bari. E venerdì 14 giugno (ore 20.30), nella Sala Colafemmina di Palazzo De Mari, propone un concerto del BariClarinetEnsemble, progetto nato nel 1999 nell’ambito delle attività formative della classe di clarinetto del Maestro Antonio Tinelli. Un progetto all’interno del quale, in un quarto di secolo di attività, hanno avuto modo di esprimersi decine di musicisti emergenti. Nel corso degli anni sono state, infatti, numerose le esperienze e le collaborazioni instaurate dall’ensemble anche con altri docenti di clarinetto, oltre che con i giovani e validi clarinettisti che nel tempo si sono integrati nel gruppo.

Il programma prevede musiche per il cinema, ma anche pagine dal repertorio classico. Ad aprire la lunga carrellata «Victor’s Tale» di John Williams dalla colonna sonora del film «The Terminal», brano che il BariClarinetEnsemble propone nell’arrangiamento di Artur Pisconti, con Domenico Michele Cetera in veste di clarinetto solista. Quindi, si ascolterà una fantasia dalle opere di Giacomo Puccini, del quale quest’anno ricorre il centenario della scomparsa, pensata dall’arrangiatore Walter Farina, compositore lucano specializzato nella musica per banda. Seguirà il tradizional yiddish «Spirit Freilach» nella versione di Francesco Coppola, con lo stesso Antonio Tinelli clarinetto solista. L’impaginato prevede ancora la celebre «America» dal musical «West Side Story» di Leonard Bernstein nell’arrangiamento di Dömötör László, la marcia burattinesca «Il grillo parlante» del compositore pugliese Pasquale Magnifici, le «Clarinet Memories» del succitato Walter Farina, un medley di musiche di Nino Rota per clarinetto adattate da Francesco Coppola e, infine, una delle pagine più note di Wolfgang Amadeus Mozart, l’«Eine Kleine Nachtmusik», che in Italia è nota come «Piccola serenata notturna».

Si tratta, dunque, di un repertorio che spazia dal classico al moderno e per il quale, in alcune occasioni, il BariClarinetEnsemble si è avvalso di una sezione ritmica. Il gruppo ha tenuto numerosi concerti, tra i quali si ricordano quelli nell’ambito del Festival di Maggio di Matera, della rassegna del Concorso Internazionale di clarinetto «Saverio Mercadante», del Festival BandaLarga di Conversano, della Stagione concertistica del Teatro Marrucino di Chieti, del «Maggio Barese» e del ChietiClassica Festival.

La formazione, guidata da Antonio Tinelli, si è anche resa protagonista di uno splendido debutto discografico nel 2017 con il cd «Ebanthology» edito dalla Farelive, progetto premiato con ben tre medaglie d’argento ai Global Music Awards di Los Angeles ed inserito tra i Global Music Awards Top 10 Albums di quell’anno, senza dimenticare che il disco è stato decretato incisione d’eccellenza con cinque stelle dalla nota rivista specializzata «Musica» edita da Zecchini, pubblicazione di riferimento per gli appassionati di musica classica.