78° Anniversario della Liberazione a Barletta

45

BARLETTA (BAT) – “La giornata del 25 aprile è sempre pregna di  significati  positivi che ci riportano ai valori della libertà e della democrazia. Le celebrazioni di oggi sono per noi un dovere che ci impegna a ricordare tutti coloro che si sono immolati per liberarci dall’occupazione nazifascista. La democrazia dobbiamo difenderla e proteggerla ogni giorno e insegnarla ai nostri giovani affinchè i valori democratici diventino i loro”. Così si è espresso il Sindaco Cosimo Cannito alle celebrazioni del 78° anniversario della Liberazione tenutesi  Barletta con una  cerimonia suddivisa in  distinti e toccanti momenti.

Alla presenza Vice Prefetto Aggiunto della Prefettura di Barletta Andria Trani, Corinna Costanza Panella, del Presidente del Consiglio comunale Marcello Lanotte, dei componenti della Giunta e del Consiglio, delle autorità militari e delle associazioni combattentistiche, il primo momento si è svolto presso il rivellino del Castello. Il programma ha previsto, dopo i saluti del Sindaco e una breve riflessione di S.E. l’Arcivescovo, Mons. Leonardo D’Ascenzo, la deposizione di corone sulle lapidi che ricordano il coraggio dei difensori della città all’arrivo delle forze tedesche durante il secondo conflitto mondiale. La cerimonia è poi proseguita  a Palazzo di Città, al monumento che ricorda il militare caduto Nicola Sernia, e al murale dedicato ai fratelli Vitrani, partigiani barlettani uccisi dai nazifascisti. La conclusione è giunta con l’omaggio ai Caduti di tutte le guerre in piazza Monumento e davanti al muro dell’ex palazzo delle Poste  dove  12 vigili urbani e netturbini furono trucidati il 12 settembre1943.

La lettura da parte di studenti barlettani di alcuni brani descrittivi degli avvenimenti legati alla Resistenza hanno suggellato ogni momento della giornata.