Barletta Piano Festival, sabato 29 luglio recital di Mariangela Vacatello tra virtuosismo e passione

87

BARLETTA (BAT) – È considerata una delle eccellenze italiane del pianoforte, giustamente apprezzata anche a livello internazionale. E sabato 29 luglio, alle ore 21.15, sarà di scena per il Barletta Piano Festival all’Hotel La Terrazza. Lei è Mariangela Vacatello, pianista napoletana stimata da pubblico e critica per la sua eleganza, agilità e musicalità, ma anche per la forte personalità, con la quale dona un tocco speciale alle proprie interpretazioni. Il programma si articolerà tra Ottocento e Novecento e in apertura di concerto si ascolterà la Ballata n. 3 in la bemolle maggiore di Chopin, cui seguiranno una serie di Preludi di Rachmaninov, «Harmonies du soir» dagli «Studi trascendentali» di Liszt e tre pagine di Skrjabin, «Vers la flamme – Poema op. 72» e due delle dieci Sonate scritte dal compositore russo, la n. 2 e la n. 10. Si tratta di pagine caratterizzate da una ricerca armonica che culmina, per l’appunto, nella Decima, in cui il cromatismo, spinto alle soglie dell’atonalità, s’impone come un elemento caratterizzante l’avveniristica ricerca di Skrjabin in campo sonatistico.

Insomma, un repertorio totalmente nelle corde di Mariangela Vacatello, che inizia la sua carrie­ra giovanissima e si impone sulla scena internazionale a soli diciassette anni con il secondo premio al Concorso Liszt di Utrecht. Da quel momento colleziona molti prestigiosi riconoscimenti al Busoni di Bol­zano, al Van Cliburn in Texas, al Top of the World in Norvegia, al Queen Elisabeth di Bruxelles, al Premio Venezia e in molte altre competizioni internazionali.

Da oltre vent’anni è riconosciuta per la curiosità e versatilità degli orizzonti ese­cutivi, per il virtuosismo e passione che si ritrovano in ogni brano che inserisce nel proprio repertorio. Caratteristiche che si rispecchiano nelle recensioni dei suoi concerti, delle incisioni discografiche realizzate per l’etichetta Brilliant Classics (Liszt, Debussy, Ginaste­ra) e dei progetti che l’hanno vista colla­borare con l’Ircam al Centre Pompidou di Parigi e la Fondazione di Arte Con­temporanea Spinola-Banna, per la quale Mariangela Vacatello è stata artista in residenza con Georges Aperghis, autore per lei di tre brani per pianoforte solo.

La pianista napoletana si è esibita per alcune tra le più importan­ti stagioni concertistiche in Italia e all’estero e nel 2020 ha anche registra­to un video per Rai5 con l’esecuzione del Terzo Concerto di Beethoven accompagnata dall’Orche­stra di Padova e del Veneto diretta da Marco An­gius, oltre ad aver inaugurato il Festi­val Milano Musica al Teatro alla Scala di Milano, dove l’anno successivo ha aperto la Stagione Sinfonica dell’Orchestra Ver­di.

Inizio concerto ore 21.15.