Dal 22 al 29 agosto la sesta edizione di Bari Piano Festival

43

BARI – Dopo il concerto-anteprima di inizio giugno con il pianista Andrea Lucchesini nel foyer del Teatro Petruzzelli, si avvicina l’inizio della sesta edizione del Bari Piano Festival, con la direzione artistica di Emanuele Arciuli. Anche quest’anno il festival è inserito nella Festa del Mare, il cartellone unico dell’estate barese promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Turismo con Pugliapromozione e Teatro Pubblico Pugliese a valere su fondi Por Puglia Fesr-Fse 2014/20 – Asse VI azione 6.8 – “Palinsesto PP-TPP Puglia – Riscopri la meraviglia 2023” – in collaborazione con il Comune di Bari.

Ecco quindi che tra meno di due settimane, dal 22 al 29 agosto alcuni dei luoghi più suggestivi della città di Bari come Torre Quetta, il Chiostro di Santa Chiara e il sagrato della Basilica di San Nicola, si trasformeranno in palcoscenici a cielo aperto per ospitare grandi artisti della scena musicale internazionale accostandoli a spettacoli di forte interesse, capaci di associare al pianoforte, declinato soprattutto nella dimensione della contemporaneità, espressioni artistiche quali scrittura, recitazione e arti visive.

“Bari Piano Festival giunge alla sua sesta edizione e si consolida sempre più come preziosa occasione culturale, confermandosi tra gli eventi più attesi dell’estate – sono le parole dell’assessora alle Culture del Comune di Bari, Ines Pierucci -. Ringrazio Silvio Maselli che sei anni fa, con il maestro Emanuele Arciuli, ha condiviso questa felice intuizione di dar vita a uno straordinario laboratorio musicale che ha permesso a tutti noi di avvicinarci alle più interessanti contaminazioni tra il classico e il contemporaneo grazie al coinvolgimento di grandi artisti del panorama internazionale della musica per pianoforte. Per questo, – prosegue – riconoscendo il valore di un’esperienza culturale segnata della qualità, dal coraggio di esplorare e da una grande libertà di visione, da cinque anni a questa parte l’assessorato alle Culture ha scelto di inserire Bari Piano Festival nel cartellone estivo della Festa del Mare che, grazie alla Regione Puglia, a Pugliapromozione e al Teatro Pubblico Pugliese, propone al pubblico un’offerta culturale ampia e diversificata, affidata alla capacità e all’esperienza di alcuni tra gli operatori culturali più validi del territorio”.

“Chiudere l’estate con i concerti di Bari Piano Festival è oramai un rito di saluto alla bella stagione e avvio ai rientri nei ritmi cittadini e quotidiani – dice Paolo Ponzio, presidente del Teatro Pubblico Pugliese -. Con i nostri uffici organizzativi, amministrativi e di comunicazione siamo di servizio alle Amministrazioni nostre socie che sostengono questa rassegna, diretta dall’amico e maestro Arciuli, che ogni anno sapientemente riesce a coniugare bellezza dei luoghi, armonie e a portare qui a Bari musicisti di eccellenza”.

Bari Piano Festival anche quest’anno offre un cartellone di eventi pensato per intercettare un pubblico ampio con una programmazione che spazia tra musica classica, jazz e musica contemporanea.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e a ingresso libero. Si comincia martedì 22 agosto con il concerto al tramonto a Torre Quetta (ore 19.00) del jazzista francese Gregory Privat, introdotto da Alceste Ayroldi, con il programma “Yonn” per piano solo, e, a seguire, il live set con Dj Arpino.

Giovedì 24 agosto, al Chiostro di Santa Chiara (ore 20.00), ci sarà prima la presentazione del libro L’elettronica è donna a cura di Claudia Attimonelli e Caterina Tomeo, con Ines Pierucci e Emanuele Arciuli, e, a seguire, Contemporary American Piano Music from Jazz to Experimental, uno spazio inusuale lasciato all’improvvisazione con Thollem McDonas e Jed Distler.

Venerdì 25 agosto, sempre a Santa Chiara (ore 20.00), conversazione sull’arte con Iginio Iurilli ed Emanuele Arciuli e, a seguire, il concerto di Davide Cabassi (programma: Robert Schumann, Nachtstücke; Giorgio Colombo Taccani, Klare Labebde Steine; e Modest Musorgskij, Quadri di un’esposizione), con introduzione a cura di Lorenzo Mattei.

Sabato 26 agosto, a Santa Chiara (ore 19.00) concerto-conversazione con Carlo Boccadoro e Emanuele Arciuli: lo stato della nuova musica (programma: Giorgio Colombo Taccani, Stille; Orazio Sciortino, Lied Ohne Ende; Mauro Montalbetti, Nowhere; Filippo Del Corno, As you like it (Prima esecuzione assoluta); Carlo Galante, Acqua di Luna (Prima esecuzione assoluta). A seguire (ore 21.00) ci sarà il concerto di Gile Bae (programma: Johann Sebastian Bach, Toccata in mi minore BWV 914 e Toccata in do minore BWV 911; Robert Schumann, Humoreske op.20 e Sergej Prokofiev, Sonata op.28 n.3), con introduzione a cura di Lorenzo Mattei.

Lunedì 28 agosto, sul Sagrato Basilica di San Nicola (ore 21.00), Roger Muraro in concerto eseguirà musiche di Liszt Ravel Falla (programma: Franz Liszt – dalle Années de pèlerinage – Italie – 1re année Sposalizio, Sonetto 47 del Petrarca, Sonetto 104 del Petrarca, Sonetto 123 del Petrarca, Après une lecture du Dante (Fantasia quasi Sonata); Maurice Ravel – da Miroirs: Noctuelles, Oiseaux tristes e Alborada del gracioso; Manuel de Falla, Fantasia Betica).

Il Bari Piano Festival si concluderà martedì 29 agosto, a Torre Quetta (ore 19.00) con il consueto appuntamento del concerto al tramonto. Ad esibirsi ci sarà il pianista jazz Baptiste Trotignon, introdotto da Alceste Ayroldi, e a seguire, il live set con il duo di techno sperimentale Crossing Avenue.