L’omaggio musicale a Cuba all’interno del festival “Ya Salam”

19

BARI – Mercoledì 27 dicembre all’auditorium Vallisa di Bari, l’associazione Al Nour, diretta da Angela Cataldo, all’interno della rassegna del festival “Ya Salam”, proporrà lo spettacolo musicale “Gabriella, garofano e cannella”, omaggio a Cuba e ai suoi suoni, con Raymond Vargas Reina, Raul Frometa e Juan Miquel Queipo.

Cuba è la patria dei ritmi caraibici, nella quale le note di mambo, rumba, salsa, jazz afro latino e cha-cha-cha, risuonano in ogni via e in ogni angolo non sono soltanto come espressione artistica, ma proprio come compagne di vita quotidiana, spesso accompagnate da balli ritmati e vitali. Questo modo di concepire la quotidianità ha contribuito a creare il patrimonio musicale e quindi anche quello culturale dell’isola: un misto inestricabile di influenze spagnole, africane, francesi, nord-americane e indigene, che si è combinato in ritmi inconfondibili.

Durante questo concerto – spiega Raymond Vargas – proponiamo un quadro dell’isola di Cuba. Facciamo apprezzare al pubblico le sonorità e i ritmi che caratterizzano la vita della popolazione, frutto del melting pot che la storia ha prodotto e che rendo così Cuba singolare su tanti aspetti. L’Avana vive in una continua jam session e le numerose influenze culturali le garantiscono varietà e colore”.

Tale lavoro vede impegnati Raymond Vargas Reina alle tastiere e al sax, Raul Frometa alla chitarra e Juan Miquel Queipo in voce e alle percussioni. Sono tre talentuosi musicisti uniti dalla missione di diffondere la propria cultura attraverso una varietà di stili derivati dalla musica Afrocubana. L’essenza sonora del concerto è una potente combinazione d’intensa energia e precisione, che affascina il pubblico e lo cattura in un incantesimo musicale fino all’ultima nota, nel pieno rispetto della ricca storia di questa forma d’arte.

Lo spettacolo è realizzato con il contributo del Comune di Bari – assessorato alle Culture e della Regione Puglia.