Le Giornate Europee dell’Archeologia al Castromediano per ricordare Elettra Ingravallo

8

LECCE – Venerdì 14 giugno 2024, dalle ore 16,00, al Museo Castromediano va in scena la “Preistoria a fumetti”. L’occasione è quella offerta dalle Giornate Europee dedicate all’Archeologia e al mestiere dell’archeologo, organizzate dal Ministero della Cultura, che vede, ogni anno, la partecipazione di musei, parchi archeologici e luoghi della cultura da tutta Italia. Quest’anno, su invito della Direzione regionale Musei di Puglia, il Polo Biblio-museale di Lecce ha aderito con una iniziativa dedicata al ricordo di una archeologa straordinaria, Elettra Ingravallo, e alla sua instancabile ricerca sul territorio. Docente di Paletnologia presso l’Università del Salento e scopritrice dei principali siti di età preistorica raccontati oggi nei Paesaggi archeologici del museo Castromediano, formatrice di generazioni di archeologhe e archeologi che costituiscono la sua eredità migliore e che venerdì prossimo la ricorderanno con letture e disegni a tema.

L’iniziativa prende spunto dalla donazione di volumi illustrati sulla Preistoria – tra cui fumetti e graphic novel –  alla Biblioteca Bernardini di Lecce che, per l’occasione, potranno essere letti negli spazi del museo.

I luoghi delle origini indagati da Elettra Ingravallo ispireranno, quindi, le tavole che alcune giovani illustratrici del corso di “Arte del fumetto” dell’Accademia di Belle Arti di Lecce, sotto la guida del Prof. Enrico Rollo, realizzeranno on-site negli spazi del museo dedicati ai “Paesaggi del sacro”. Le tavole realizzate dalle giovani artiste saranno esposte presso il Museo Castromediano per tutta la durata dell’evento GEA (dal 14 al 16 giugno) e, successivamente, saranno allestite presso la Biblioteca Bernardini, che si arricchirà anno dopo anno di nuove uscite editoriali nel ricordo di Elettra Ingravallo.

A partire dalle 17, le archeologhe del Museo inviteranno i visitatori alla scoperta della quotidianità e della sfera rituale, dei più antichi codici di comunicazione, del mondo funerario dei primi abitanti del Salento. Il percorso costituirà un omaggio alle principali ricerche condotte da Elettra Ingravallo: dalle vicende millenarie di Grotta delle Veneri di Parabita alla necropoli monumentale di Serra Cicora di Nardò, dalle raffinate produzioni in ceramica e ossidiana di Sant’Anna (Oria) ai tumuli di Salve, segni tutt’ora indelebili del paesaggio salentino, fino alla Grotta Cappuccini di Galatone con i suoi straordinari corredi funerari.

Il senso di questo evento è tutto nelle parole delle sue allieve Ida Tiberi e Giorgia Aprile: “Per Elettra, donare un libro era un gesto d’amore: seminare conoscenza per rendere gli individui liberi abitanti di questo mondo era ciò che quotidianamente metteva in pratica nelle aule universitarie, durante gli scavi archeologici, nelle attività laboratoriali, nei viaggi in auto alla scoperta del territorio, nei lunghi pomeriggi di studio alla ricerca di una scrittura che rendesse il racconto della Preistoria comprensibile a tutti”.

 

Cronoprogramma dell’evento:

dalle ore 16.00 alle ore 20.00: Live painting “la Preistoria a fumetti” ad opera di giovani illustratrici coordinate dal Prof. Enrico Rollo, ABA Lecce;

alle ore 17 e alle ore 18: Visite tematiche nei Paesaggi della preistoria, a cura di Giorgia Aprile e Ida Tiberi;

ore 19: Dono dei volumi illustrati nel ricordo di Elettra Ingravallo, a cura di Giorgia Aprile, Alessandra Berselli, Luigi De Luca, Francesca Perrone, Anna Lucia Tempesta, Ida Tiberi.